LA MODA SECONDO COLORADO

Spring Summer 2017

#OOTD

#ootd #OOTD

#OOTD #OOTD

#OOTD #OOTD

#OOTD #OOTD #OOTD

#OOTD #OOTD

#OOTD #OOTD #OOTD 

#OOTD #OOTD

#OOTD #OOTD #OOTD

#OOTD#OOTD

#OOTD

#OOTD #OOTD

#OOTD #OOTD

OOTD

#OOTD #OOTD #OOTD

OOTD Pinko OOTD Pinko Pinko

OOTD Pinko OOTD Pinko Coca Cola

5progress 5progress

 


 

Fall Winter 2016/2017

#OOTD  #OOTD

#OOTD

#OOTD  #OOTD  #OOTD

#OOTD Patrizia Pepe Pinko #OOTD RED

#OOTD  #OOTD

#OOTD  #OOTD

#OOTD  #OOTD

#OOTD Parka  #OOTD Pinko - Patrizia Pepe - ASH  #OOTD Pinko - Patrizia Pepe - ASH

#OOTD  #OOTD  #OOTD

OOTD

#OOTD  #OOTD  #OOTD

Foliage  OOTD Foliage Pants  Foliage

  

Outfit  Outfit  Outfit

Outfit  Outfit  Outfit

Pinko Outfit FW16

Outfit FW16-17  Outfit 

 


 

    

Pinko  Pinko  

Pinko  Pinko  Pinko

    

 

  

Pink Menories e Patrizia Pepe  Total black  Pinko Cluch

Abito lungo  Pizzo  Glitter  Abito Pinko Abito Tuta Patrizia Pepe 


Inverno in città

Patrizia Pepe  PINKO  


Interpreta uno dei must have della stagione! 


Outfit Street Style!


Oufit sofisticato ed elegante!


Ouftit Femminile!

Outfit Femminile

Outfit femminile

Prezioso e femminile, è l'outfit perfetto per una serata in città.

 


Outfit Folk!


Paillettes mania!

 

Paillettes


 

Il tuo outfit quotidiano elegante, pratico e grintoso!

 

Outfit quotidiano


 

Fall Winter 2015-2016 | Effetto camouflage!

 

Effetto camouflage


 

In spiaggia!

Finalmente è ora di scegliere il costume giusto per conquistare l’estate. I trend parlano chiaro: la parola d’ordine è sensualità. Ma, attenzione, il fascino non è solo scolli vertiginosi o trasparenze… può avere mille sfaccettature.

Torna (e ci piace molto) il modello retrò, femminile e castigato, un po’ lolita come lo interpretava Brigitte Bardot prima maniera e un po’ maggiorata come Sophia Loren. Reggiseno a balconcino, slip fascianti, quadretti, fiocchi, un tocco di pizzo e la seduzione è servita.

L’intero gioca su due fronti: il trikini, sofisticato e sensuale, scopre porzioni di pelle inattese con oblò e scolli a goccia, è impreziosito da cristalli e paillettes e suggerisce una femminilità grintosa e un po’ sfrontata.

Star di riferimento? Kim Kardashian e dintorni.

In alternativa, l’olimpionico, interpretazione on the beach del tema sportivo visto in passerella da Jean Paul Gaultier e Lacoste. I colori sono fluo, i tessuti tecnici, come  il neoprene.

Privilegiate l’abbronzatura? Non potrete che scegliere il bikini a triangoli, con i lacci, proprio come quelli degli anni 70; il tocco novità è dato dallo calzoncino al posto dello slip annodato.

Super gettonato anche il top a fascia, magari rifinito dal pizzo o da un bel volant. In primo piano le stampe, a fiori o a piccole geometrie.

E per completare il look, una borsa in gomma animalier, capiente per avere con sé tutto ciò che può servire, ma decisamente glam.

E poi, infradito gioiello, con pietre e cristalli o applicazioni a tema marino.

Così, basteranno un caftano fantasia o un paio di shorts di pizzo per essere pronte anche per l’aperitivo in spiaggia.

 


Minigonna

“Nessuno ha inventato la mini, nasceva da una volontà. Andrè Courrèges ha choccato l’alta moda, portandola nel moderno. Questa è stata la sua rivoluzione. Io ho semplicemente realizzato un desiderio comune e ho accorciato le gonne per ragazze come me”.

Mary Quant

E’ passato mezzo secolo dallo scandalo degli anni 60 quando le ragazze di King’s Road a Londra hanno iniziato a mostrare le gambe e per noi la minigonna è un caposaldo del guardaroba. Ma proprio perché ci viene riproposta ogni stagione, occorre essere sempre al passo con i trend più attuali, per non rischiare l’effetto old style. La miniskirt che piace a Colorado deve essere:

Fantasia. A fiori, a motivi geometrici, a righe per un effetto Riviera freschissimo, di pizzo per le occasioni più eleganti.

A trapezio. Proprio come le prime firmate da Courrèges, è una forma che dona molto alla silhouette, in tinte pastose e piene, come il verde o il giallo limone.

A pois. Sì, i pois ci piacciono proprio dappertutto; e quest’anno una piccola gonna danzante, con un bel volant sul fondo sarà un’arma di seduzione irresistibile.

In denim, magari con la salopette e una bella camicia a fiori per rivivere lo spirito hippie.

PS: Mary Quant ha detto anche: “Una donna è giovane quanto le sue ginocchia”. Non per rovinare la festa della minigonna, ma qualche volta tre centimetri di orlo in più possono essere il tocco giusto per dare al look la proporzione ideale. 


Anni 70

E’ uno dei trend forti di questa stagione e, sicuramente ci entusiasma moltissimo. Ma quali sono gli elementi chiave a cui non potremo rinunciare per sentirci immerse nell’atmosfera Seventies, ma con un certo stile?

Pantaloni a zampa d’elefante. Attenzione, quest’anno si chiamano flare jeans e sono un toccasana per la nostra silhouette. Indossati con un tacco alto tendono a slanciare la figura, soprattutto se privilegiamo quelli a vita alta. Meglio il denim scuro che quello délavé.

Blusa in chiffon. Leggera e trasparente, con lo scollo tondo e le maniche a sbuffo. E’ divertente e molto femminile, perfetta con i jeans.

Caftano. Fa subito diva, deve essere in una fantasia grande e molto colorata, con le maniche a pipistrello. Perfetta per i primi weekend al mare.

Zeppe. Ce n’è una scelta pressoché infinita quest’anno: con listini dorati, a fasce incrociate, in tessuto a fiori, con la zeppa di corda o in sughero. Tutti giusti per il look hippie. 

Zoccoli. Tornano anche i clogg, con la tomaia chiusa in cuoio, magari decorato e il tacco in legno. La loro interpretazione migliore? Con una maxigonna in denim.

Tuta. In tessuto leggero, con scollo profondo, magari profilato di paillettes o pietre. A noi piace in tinta unita, nera, per la sera, blu o arancio per il giorno. Da riscoprire.  

 


Un tocco retrò

Pizzo sangallo

Pinko sangallo


 

Pizzo e romanticismo

 

Pink Memories


 

Un mondo a pois

 

Un mondo a Pois!

 

"La moda è prima di tutto l’arte del cambiamento."
John Galliano

Oggi ci siamo svegliati con un pensiero in testa: ma i pois non passano mai di moda? 
Basta guardare nelle vetrine di Colorado per capire che no, non passano mai di moda. Anzi, quest’anno sono particolarmente gettonati.
Dalla blusa elegante e scivolata che funziona benissimo sui pantaloni a sigaretta, al tubino, che nella versione a bolli diventa fresco e moderno, alla minigonna che ci fa sentire subito sexy e frizzanti.
Ci piacciono soprattutto in bianco e nero e apprezziamo tutte le misure: dai maxibolli in versione pin up ai più piccoli, fitti fitti, retrò, proprio come quelli che si usavano negli elegantissimi anni 40. 
Sì, quello per i pois è vero amore!

 

​    Short Pois


 

Festa della mamma!

Festa della mamma 

 


Party!

Party

 

"Una donna può essere “troppo vestita”, ma non “troppo elegante”
Coco Chanel

Ti aspettiamo per aiutarti a scegliere il tuo look perfetto per ogni occasione. 

Che sia il matrimonio di un'amica, il battesimo dell'ultimo arrivato o la prima comunione
del piccolo di famiglia ognuna di noi vuole sempre essere al meglio! 

E quale occasione migliore per uscire dalla solita routine ed essere veramente elegante?

Senza dimenticare gli accessori, tocco finale di ogni look veramente completo.

 

  Abito Patrizia Pepe  Abito Patrizia Pepe  Abito Patrizia Pepe  Abito pizzo  Abito Pizzo

 


 

Verde

Green

 

"Tutto è nell’attitudine"
Diane Von Furstenberg

Certo, come non dare ragione a una delle signore della moda? Per alcuni trend, poi l’attitudine, cioè l’atteggiamento, la consapevolezza di sé, diventano davvero la chiave di volta. Prendiamo ad esempio il verde, di sicuro uno dei colori guida di questa primavera. Bello, bellissimo, affascinante, splendente, ma, di sicuro, non una tinta facile da  indossare. Come ci ricorda il vecchio adagio: “Chi di verde si veste, di sua beltà si fida”.

Pinko Giacca Pantalone verde

L’abbiamo visto su tante passerelle, da Alberta Ferretti, protagonista di abiti fluidi e danzanti, molto romantici; da Ermanno Scervino in vestitini bustier molto glam, percorsi da balze e ruches o in soprabiti a uovo, dall’aspetto couture. Per John Galliano è un chiodo, il tocco di colore su completi neri, mentre da Prada una piccola giacca che si abbina al giallo della gonna a matita. 
E noi, come possiamo interpretare il verde, tutti i giorni? Per osare un look forte, sceglieremo completi dall’aspetto anni 60, epoca d’oro delle tinte piene, semplici nei tagli, ma illuminati da pietre e applicazioni. Giusta anche l’idea della blusa, morbida e in una nuance profonda e ricca, da abbinare a una gonna nera per un effetto super elegante.

Un piccolo segreto? Il verde vicino al volto funziona per le more, mentre le bionde con gli occhi chiari faranno meglio a scegliere questa nuance per la gonna o i pantaloni. E per chi proprio non se la sente di osare il verde come protagonista dell’abbigliamento, sarà un bell’accessorio - un paio di sneakers, una borsina a mano, anche solo un foulard o una collaretta - a regalare il tocco up to date.    

 

     Blusa Patrizia Pepe  Giacca Pantalone Pinko

 

 


Un tocco Rock

 

E’ uno dei trend più longevi della moda: il rock occupa da sempre una parte importante delle passerelle, maschili e femminili. Da Vivenne Westwood, che negli anni 70 inventava i look più folli per le star emergenti del movimento punk (e ancora oggi si trova a suo agio tra crinoline e spille da balia), all’emergente Philipp Plein, che si gioca regolarmente il successo di tutte le collezioni sul nero, la pelle e le borchie. Aldilà degli eccessi, per chi sente di avere un’anima rock, basta un dettaglio giusto per sentirsi pronte per un concerto, anche se la meta è l’ufficio. 

  • Chiodo: è il capo più gettonato, molto fashion quest’anno. Grintosissimo in pelle nera, trendy in tinta nude, spettacolare in rosso acceso. Funziona sui jeans neri, ma anche sul tubino o con la gonna a matita.
  • Pantaloni skinny in pelle (o in ecopelle): hanno un’immagine molto forte, attenzione a non esagerare. Funzionano bene con la camicia bianca, ampia e fluida. Così, l’insieme è grintoso ma sofisticato  
  • Top di pizzo nero: indossato a pelle è romantico, sovrapposto alla T-shirt bianca e sui jeans skinny diventa rock.
  • Stivaletti: i biker con le fibbie  una manciata di cristalli. E, ancora più forti, i tronchetti a punta aperta in nappa traforata.
  • Bijou: un collier a catena, meglio cromata che dorata. Un anello armour (quello snodato che veste due falangi), un bracciale in pelle nera, naturalmente borchiato, una serie di pins a tema da puntare sul bavero del blazer.
  • Microborsa a bandoliera, piccola, matelassé, decorata da borchie dorate a piramide.
  • Occhiali: a goccia, in metallo dorato, o piccoli e con le lenti tonde.

 

Scarpe Rock

E per altre ispirazioni, sfogliate il libro fotografico ‘Rock In Fashion’  dello stilista John Varvatos.

Lui è una vera autorità in fatto di rock: tra i recenti testimonial delle sue pubblicità, i Kiss, Ziggy e Stephen Marley e Ringo Starr!  ​

 

 

   rock Patrizia Pepe Rock

 

 


Tubino

Tubino

 

“Non si è mai troppo o troppo poco con un tubino nero”
Karl Lagerfeld

Decisamente una delle icone più famose della moda.

Dire petite robe noire ed evocare l’immagine perfetta di Audrey Hepburn stretta in un abitino di Givenchy è fin troppo facile, ma quali sono gli elementi che lo rendono immortale? La silhouette accostata che valorizza la figura, lo scollo tondo e discreto, incorniciato da un filo di perle, la lunghezza al ginocchio. Classico e perfetto.
Ma la moda corre e a noi, che pure adoriamo il tubino nero, piace vedere che ogni stagione si rinnova per rinnovare anche la nostra immagine. Impossibile non averne uno classico nel guardaroba, risolve tutte le occasioni in cui non sappiamo esattamente cosa indossare, ma questa primavera le alternative sono tante e tutte interessanti
Il colore: il rosso (e l’arancio, quest’anno tra le tinte top) vanno bene se volete osare, abbinateli con le classiche décolletées e un box a mano, tutto rigorosamente nero. Le tinte neutre sono più facili su tutte le carnagioni, il rosa cipria, il nude, il beige consentono di scegliere accessori fantasia che accendono il look. 
La lunghezza: al ginocchio, per non sbagliare, un po’ più corto per renderlo più fresco (attenzione all’altezza del tacco: la regola aurea dice che più si accorcia l’orlo più si abbassa il tacco, ma tutte noi sappiamo che le regole sono fatte per essere disattese), longuette se vogliamo stupire con un trend appena all’inizio, ma già molto amato dalle star (Victoria Beckham e Taylor Swift ne sono le guru). 
Lo scollo: al contrario del girocollo, un accenno di apertura a V slancia la silhouette. 
E, per finire, il tocco indispensabile: un bel paio di occhiali da sole, ampi e rigorosamente neri. La firma della diva. 

 

Tubino Patrizia Pepe

Patrizia Pepe abito in pizzo

Patrizia Pepe abito in pizzo


Trench

Trench

 

"Metti su un trench e ti sentirai Audrey Hepburn a spasso per Parigi"
Michael Kors

Quale immagine migliore per dire che qualche volta basta il capo giusto per piacersi di più? Il trench è uno di questi: è un pezzo facile da indossare e rassicurante; è quasi impossibile sbagliare look indossandolo. Funziona sempre benissimo quello classico, modello Burberry per intenderci, in gabardine beige, doppiopetto, con revers ampi, spalline e cintura.

È perfetto con le gonne a matita e naturalmente con i jeans, come piace alla top model e icona di stile Cara Delevingne. Ma se volete seguire i trend più attuali, la primavera 2015 ci regala delle belle alternative.
A noi piace il soprabito a uovo: spalle arrotondate, niente collo, lunghezza al ginocchio, abbottonatura nascosta o zippata, che lo rende decisamente grintoso. Il gusto couture e superchic non si perde, ma si rinnova grazie a stampe, righe, effetti di superficie, paillettes.

 

TrenchTrench reversibileTrenchtrench


 

Camicia Bianca

Camicia bianca Patrizia Pepe

 

Chi non ne possiede una nel suo guardaroba? Attente, però, la sua semplicità è un’arma a doppio taglio. Ecco un piccolo decalogo per non sbagliare:
Andate a vedere la mostra “La camicia bianca secondo me. Gianfranco Ferré" al Palazzo Reale di Milano dal 10 marzo al 1 aprile. L’architetto della moda ne ha dato l’interpretazione più complessa ed emozionante che si ricordi. Ognuna è un complesso capolavoro di costruzione, sempre in materiali preziosissimi. 
Con gli occhi pieni di queste meraviglie couture, cercate di capire qual è nel mondo reale il modello giusto per il vostro stile.

  • Maschile: è la scelta più facile, un vero passepartout, da indossare sotto il tailleur, ma quest’anno anche con la gonna a ruota o a matita con la vita alta.
  • Blusa: più morbida, in materiali fluidi come il raso o il jersey, magari impreziosita da inserti di pizzo. Perché ci piace? E’ molto femminile, perfetta sui boyfriend jeans ad esempio, per aggiungere un tocco di seduzione.
  • Colletto: meglio piccolo, alla francese, più proporzionato rispetto al volto femminile. 
  • Bianco: sempre candido e immacolato, mi raccomando. Per la camicia bianca il concetto di vintage non funziona.
  • Dentro o fuori dai pantaloni? Il punto vita è molto importante per definire la silhouet
Loading...
Loading...